Blog

PROGETTI

Grid: il sottopensile che non si aggancia

Eccoci a parlare di uno degli ambienti più vissuti e importanti della casa: la cucina. Qui si mangia, si parla, si condivide la giornata, si sperimentano sapori e colori, da soli o in compagnia. Sarà forse proprio per il ruolo di focolare domestico che la caratterizza che, quando si presenta la necessità di ripensarla ex novo o rinnovarla dopo anni di onorato servizio, spesso siamo di fronte a una scelta difficile.

Un consiglio? È bene fermarsi e prendersi tutto il tempo per ragionare e capire quali siano le priorità che ci spingono al cambiamento, mettendo in primo piano le funzioni che assegniamo a questo ambiente e che per ognuno di noi necessariamente variano. Da una parte quindi teniamo un occhio aperto verso estetica e tendenze e dall'altro non dimentichiamo quei piccoli e grandi dettagli che fanno della cucina la regina della casa.

Prima di tutto che dimensioni ha la nostra cucina? È a L, a isola, a vista? Quest’ ultima soluzione è molto comune, soprattutto per motivi di spazio, ed è quindi bene prestare molta attenzione alle scelte che si fanno in materia di colore e arredo. Cucina è un complesso di mobili, componenti, pensili, sottopensili e materiali che, in una situazione come questa, sono in diretta relazione con altri spazi della casa.

Se non si hanno già colori e indirizzi specifici in mente, una buona soluzione è scegliere linee pulite e minimali, le quali permettono di accordarsi sia con uno spazio moderno che con uno stile più classico.
La dimensione è un fattore da non sottovalutare nella scelta dei complementi per la cucina, così come la profondità e, ancora, lo spazio tra il piano di lavoro e i pensili. Di norma la distanza corrisponde a 60 cm, ma nessuno vieta di cambiare questa misura in base alle proprie esigenze.
 
Abbiamo detto pensili? Allora proseguiamo con i sottopensili, indispensabili alleati per sistematizzare il piano di lavoro, disporre utensili, organizzarli per renderli pronti all’uso. Questi straordinari amici ci permettono di lavorare e sbizzarrirci in cucina senza doverci preoccupare di aprire o chiudere le ante dei nostri pensili.

Come scegliere il sottopensile giusto che renda funzionale i nostri spazi? Come stupire con eleganza e minimalismo?

Grid è il sottopensile che non si aggancia. La struttura regolabile in altezza gli permette di ottimizzare gli spazi della cucina senza l'utilizzo di viti ma sfruttando lo spazio tra top e pensili. Le barre orizzontali sono arredabili da svariati accessori, mensole, ganci e vaschette dal disegno minimale, rendendolo funzionale ed elegante.

Per saperne di più seguiteci su Facebook Instagram e visitate il nostro sito.





condividi la notizia su